Miele di tiglio: proprietà, benefici, utilizzi in cucina e cosmetica, controindicazioni

Il tiglio è una pianta molto diffusa nelle zone dell’emisfero nord, grazie del clima temperato che ne favorisce la crescita. Nel nostro paese lo si può trovare su tutto il territorio, prevalentemente nelle strade e nei giardini. Durante il periodo della fioritura, che generalmente avviene nel corso del mese di giugno, questa pianta regala un profumo inconfondibile.

Può raggiungere altezze molto importanti, fino a 40 metri e vivere anche per centinaia di anni. In Italia il miele di tiglio, che si ricava dalla lavorazione della pianta, viene prodotto principalmente nelle Alpi e negli Appennini. Ha un sapore, un colore e un odore caratteristico, delle piante medicinali. Andiamo a vedere nello specifico quali sono i benefici di questo miele, che tipo di controindicazioni può avere e come viene utilizzato.

Caratteristiche del miele di tiglio

Il miele di tiglio ha una colorazione molto chiara, ambrata con dei riflessi giallo verdi. Come qualsiasi tipologia, anche questa varietà tende al naturale processo di cristallizzazione, anche se nel caso della pianta di tiglio ciò avviene molto lentamente.

Una volta che si cristallizza, il miele assume una colorazione bianco-avorio. Il gusto è particolare, con un sapore fresco e dolce ma allo stesso tempo aromatico che ricorda quello della menta, nonostante abbia un retrogusto intenso. Lo si può trovare in varietà più o meno pure, miscelato al castagno o all’interno di “melata” e “ailanto” che ne cambiano sia il gusto che la colorazione.

Utilizzi della pianta

In fitoterapia vengono utilizzate foglie e fiori del tiglio per la preparazione di cataplasmi, infusi ma anche per applicazioni a livello topico. La corteccia, può essere assunta mediante clistere per aiutare a contrastare la dissenteria.

Le proprietà di questa pianta sono notevoli e per questo motivo viene utilizzata per la sua possibile azione sedativa e calmante di cui si può beneficiare preparando un buon infuso caldo. Questo sembra essere in grado di aiutare a contrastare dolori di stomaco, crampi, infiammazioni ma anche gonfiori dovuti alla ritenzione idrica e febbre. Utilizzato fresco, invece, può essere utile per fare sciacqui in presenza di infiammazioni e afte alla bocca, grazie anche al suo possibile potere cicatrizzante. 

Si possono effettuare anche suffumigi con i fiori essiccati per aiutare a combattere i sintomi da raffreddamento. In cosmetica, l’infuso viene utilizzato come rimedio naturale in quanto:

  • può aiutare a contrastare le dermatiti;
  • utilizzato freddo come impacco può aiutare ad alleviare bruciori agli occhi, stanchezza e sgonfiare le borse;
  • utilizzato come pediluvio può aiutare ad alleviare la stanchezza ai piedi.

In cucina

Il miele di tiglio, oltre alle sue proprietà che lo rendono un perfetto alleato per la salute se utilizzato come rimedio naturale, può anche essere consumato in cucina. Infatti, è uno degli ingredienti principali per la realizzazione di diverse ricette ma anche per dolcificare le tisane balsamiche, a temperatura ambiente.

Ideale per essere consumato anche dai bambini, specialmente la sera per la preparazione di tisane rilassanti. Spesso viene anche utilizzato per accompagnare salse agrodolci, per il suo sapore fresco, in particolare:

  • nelle macedonie di frutta fresca;
  • nelle olive marinate;
  • nel coniglio in salsa agrodolce;
  • cous cous con pistacchi, miele e uva passa.

Proprietà e benefici del miele di tiglio

Il miele di qualsiasi varietà esso sia, ha sempre avuto un ruolo fondamentale all’interno dell’alimentazione. Si considera un prodotto unico che contiene tanti composti che derivano dalle api e dai fiori. Sono presenti, infatti, fruttosio e glucosio in grandi quantità che vengono facilmente assorbiti dall’organismo. Questo miele, in particolare contiene degli enzimi digestivi e antiossidanti, minerali, vitamine e proteine.

Possiede un colore oro, con una consistenza simile allo sciroppo e cristallizzata e numerose proprietà provenienti dalla pianta, che sembrano essere in grado di rilasciare possibili effetti rilassanti e calmanti al nostro organismo. In particolare:

  • può aiutare a favorire il sonno;
  • può aiutare a calmare la tosse, il mal di gola: basta assumerne un cucchiaino al giorno per potere beneficiare della sua azione emolliente, mucolitica e antinfiammatoria naturale e con l’aggiunta della malva può anche avere una funzione espettorante se la tosse è grassa o vi è catarro;
  • può aiutare a combattere stati di ansia e spasmi;
  • può aiutare a contrastare problemi del sistema nervoso;
  • può aiutare a proteggere il fegato;
  • può aiutare a combattere l’azione svolta dai radicali liberi;
  • può essere un valido aiuto in presenza di dissenteria;
  • può aiutare a proteggere l’esofago dal reflusso acido: basta un cucchiaino da assumere prima di ogni past ed evitare di bere acqua per almeno una ventina di minuti per lasciare agire il miele;
  • può svolgere un’azione antiossidante che aiuta a contribuire a mantenere la pelle giovane ed elastica, per questo utilizzato in cosmetica per la preparazione di prodotti come creme e detergenti;
  • può anche essere un valido rimedio naturale per aiutare a contrastare la pelle stanca e poco luminosa.

Per le sue presunte proprietà calmanti della tosse, può essere utilizzato sciolto in un bicchiere di latte caldo con una testa di aglio che non va bevuta. Prima di andare a dormire, può essere utile per la preparazione di una tisana rilassante, in alternativa alla camomilla, alla valeriana e al biancospino.

Dosaggio e assunzione giornaliera consigliata

Come per qualsiasi tipologia di miele, si consiglia sempre di assumerlo in forma grezza quindi non sottoposto ad alcun tipo di lavorazione industriale. I processi di pastorizzazione tolgono tutte le proprietà benefiche del miele, per questo motivo vi suggeriamo di acquistare prodotti locali, recandovi direttamente presso apicoltori di fiducia.

Qui il miele è controllato, privo di sostanze che possono modificare gli effetti benefici, evitando così di arrecare danni alla salute delle persone più sensibili. Scegliere sempre di acquistare prodotti di qualità è il primo passo per essere sicuri di consumare prodotti sempre controllati e di potere godere a pieno di tutti i benefici che questa prelibatezza è in grado di offrire al nostro organismo.

Controindicazioni e possibili effetti collaterali

Il miele di tiglio non sembra avere particolari controindicazioni a meno che non si è allergici ad uno dei principi attivi o a prodotti dell’alveare. L’assunzione è sconsigliata in gravidanza, durante l’allattamento e ai soggetti cardiopatici, in quanto potrebbero verificarsi gravi reazioni allergiche o dermatiti. Se assunto in grandi quantità può avere un effetto lassativo. 

Dove acquistare il miele di tiglio? Prezzi

Questa qualità di miele può essere acquistata in erboristeria, in para farmacia, nei negozi di prodotti biologici e presso apicoltori di fiducia. Per questo riguarda i prodotti di cosmetica, invece, ci si può recare nei negozi oppure effettuare acquisti online. La scelta deve ricadere su prodotti che siano di qualità e preferibilmente provenienti da agricolture biologiche.

Generalmente è possibile acquistare foglie essiccate, corteccia e fiori per la preparazione di infusi e tisane, ma anche prodotti di cosmetica come creme, detergenti per la pelle, estratto, gocce, integratori in capsule e tintura madre. Il costo di questi prodotti per uso alimentare non supera i 25 euro al kg, mentre per uso cosmetico possono anche superare i 50 euro.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi