Estratto di Barbabietola: proprietà, benefici, controindicazioni

L’estratto di barbabietola viene ricavato dalla pianta Beta vulgaris L., 1753, appartenente alla famiglia Chenopodiaceae. Il succo della barbabietola, estratto a freddo, mantiene intatte tutte le proprietà benefiche di questa specie, la quale rientra anche all’interno dell’alimentazione.

L’estratto di barbabietola viene spesso integrato all’interno di integratori alimentari specifici ad azione depurativa, a supporto contro la disfunzione erettile. Andiamo ad approfondire insieme tutte le proprietà, i benefici e le eventuali controindicazioni dell’estratto di barbabietola all’interno dei paragrafi successivi.

Estratto di barbabietola: caratteristiche della pianta

L’estratto di barbabietola viene ricavato a freddo dalla Beta vulgaris L., 1753, già ampiamente nota nell’antichità greca. La coltivazione della barbabietola si diffuse soprattutto nel XV secolo, strettamente correlata alla scoperta dello zucchero e al consumo alimentare della radice rossa. Odiernamente l’Europa coltiva e produce milioni di tonnellate di barbabietole impiegata in diversi settori oltre alla produzione dello zucchero.

Esteticamente la barbabietola si presenta come una pianta erbacea biennale, con fusti in grado di raggiungere fino ai 2 metri di altezza. Le foglie della barbabietola assumono una forma caratteristica a cuore, mentre i fiori di colore verde o rossastro sono molto piccoli. Il frutto della barbabietola consiste in un gruppo di due noci, mentre la coltivazione avviene all’interno dei territori a clima temperato.

Proprietà benefiche dell’estratto di barbabietola

L’estratto di barbabietola vanta diverse proprietà benefiche per l’organismo. La sua assunzione stimola soprattutto la depurazione dalle tossine in eccesso accumulate nel fegato, svolge un’azione rivitalizzante ed energizzante. L’estratto di barbabietola, chiamato anche rapa rossa, presenta un’azione ricostituente e rimineralizzante, prevenendo l’ipertensione e migliorando i processi legati alla circolazione sanguigna.

L’estratto di barbabietola possiede il 91% di acqua e svolge un’azione antisettica, drenante e rinfrescante, potenziando anche le funzionalità del sistema immunitario. La barbabietola è inoltre ricca di potassio, fosforo e ferro migliorare anche la produzione dei globuli rossi, contrastando con efficacia anche i radicali liberi.

La sua assunzione apporta ulteriori benefici grazie alla presenza di vitamine appartenenti al gruppo B, vitamina C, betacarotene, fibre solubili utili per regolarizzare i livelli di colesterolo nel sangue. All’interno delle diete ipocaloriche l’estratto di barbabietola svolge un’azione dimagrante e depurante, dimostrandosi un ottimo supporto.

Estratto di barbabietola: controindicazioni

L’estratto di barbabietola risulta generalmente ben tollerato senza alcun effetto collaterale per la salute. La barbabietola viene tuttavia sconsigliata ai soggetti inclini allo sviluppo di calcoli renali e sindrome dell’intestino irritabile. L’ortaggio contiene ossalati nocivi in presenza di calcoli renali, nonché fruttani, i carboidrati a catena corta, a loro volta in grado di peggiorare la situazione in caso di disturbi intestinali.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi