Eleuterococco: cos’è, proprietà, utilizzi e controindicazioni

L’eleuterococco è anche conosciuto con il nome di “ginseng siberiano”, una pianta spinosa che nasce nella taiga della Russia e cresce spontanea in Asia, Siberia, Mongolia, Cina, Corea del Sud e Giappone. La pianta possiede dei rami con piccole spine su cui sono disposti dei fiori gialli e violetti, ma la vera particolarità risiede nel colore rossastro delle piccole bacche carnose.

La scoperta delle proprietà di questa pianta, sono legate all’utilizzo come integratore alimentare, somministrato agli atleti russi per favorire le prestazioni sportive e come supplemento nella dieta degli astronauti sovietici nel corso delle loro missioni. Andiamo a vedere quali sono le proprietà, come viene utilizzata la pianta e che tipo di controindicazioni o effetti collaterali può provocare.

Proprietà ed effetti benefici della pianta

La pianta di ginseng siberiano, nota anche con il nome di eleuterococco, viene impiegata in fitoterapia per le sue proprietà che aiutano a migliorare la resistenza dell’organismo dagli attacchi esterni e la capacità di adattarlo ai cambiamenti di temperatura. I principi attivi che lo compongono possono aiutare a stimolare il benessere del metabolismo.  L’utilizzo della pianta è indicato, pertanto, in situazioni di stress, affaticamento, convalescenza, in caso di esaurimento o di ipotensione, quando viene richiesta una maggiore capacità di rendimento nelle attività sportive o di concentrazione nello studio. 

La pianta è ricca di polisaccaridi che le conferiscono delle proprietà che sembrano essere in grado di generare possibili effetti benefici sul sistema immunitario aiutando ad aumentare il numero dei linfociti T e a rinforzare i globuli bianchi. Il suo utilizzo viene indicato anche per aiutare a contrastare malattie infettive, nelle forme influenzali perché aiuta ad aumentare la resistenza al freddo.

L’eleuterococco è anche denominato “lo ginseng delle donne”, perché i suoi principi attivi sembrano essere in grado di svolgere possibili attività tonificanti che si adattano all’organismo femminile. Sottoposte a stress, le donne sono più esposte agli attacchi di ansia, depressione e per questo motivo un tonico più forte potrebbe aumentarne la tensione nervosa.

La pianta, invece, può aiutare a migliorare le prestazioni fisiche e mentali senza provocare nervosismo, agitazione o disturbare il sonno. Possiede possibili proprietà afrodisiache, perché sembra essere in grado di:

  • favorire le secrezioni degli ormoni;
  • stimolare l’attività delle ghiandole surrenali e sessuali con un aumento della libido;
  • favorire la circolazione del sangue.

Utilizzi

L’eleuterococco viene utilizzato come ingrediente di formulazioni naturali e all’interno di integratori, somministrati in concomitanza alle tradizionali terapie farmacologie, per aiutare a contrastare diversi disturbi. In particolare può essere utilizzato:

  • per aiutare a stimolare la concentrazione: utilizzato da coloro che studiano o lavorano, in quanto può aiutare a migliorare la risposta dell’organismo alla fatica, utile in caso di stress, affaticamento, debolezza e astenia;
  • per aiutare le difese immunitarie: può aiutare a rinforzare i globuli bianchi, ad aumentare i linfociti T e a migliorare la circolazione sanguigna. Si adatta ai cambiamenti climatici e stagionali, aumentando la resistenza al freddo. Consigliato per aiutare a contrastare le influenze e le malattie infettive;
  • per aiutare a stimolare il metabolismo e la resistenza muscolare: in quanto può aiutare ad aumentare la resistenza agli sforzi fisici, migliorando le performance sportive;
  • per aiutare a migliorare l’umore delle donne: per le sue possibili proprietà antistress viene consigliato in caso di ansia o depressione;
  • per aiutare a contrastare la stanchezza e l’esaurimento: infatti, viene utilizzato come supporto in momenti di stress, fatica sia fisica che mentale. Adatto per coloro che sono soliti sottoporsi a sforzi prolungati o a lavori pesanti, allenamenti sportivi intensi;
  • per aiutare il corpo ad adattarsi ai cambi di stagione: soprattutto durante le stagioni autunnali e invernali, durante le quali l’organismo può avere bisogno di maggiore energia;
  • per aiutare a contrastare la pressione bassa: presente nella popolazione femminile, provocando sintomi come capogiri, annebbiamento della vista, astenia e sudorazione. Si tratta di un disagio che non sembra arrecare problemi alla salute se non una stanchezza persistente;
  • da chi viaggia: soprattutto per viaggi di lavoro, in cui il corpo è sottoposto a cambiamenti e stress che portano a un eccessivo dispendio di energie. Può essere utile per aiutare a contrastare fastidi provocati da repentini cambiamenti di temperatura oppure dal jet-lag;
  • in presenza di disfunzioni della tiroide;
  • in caso di salute cagionevole, debilitazione, convalescenza;
  • in caso di raffreddore: in aggiunta al salice bianco, noto per il suo principio attivo presente anche in alcuni farmaci. Insieme possono aiutare a stimolare le difese immunitarie;
  • in caso di studio, lavoro o preparazione di esami: in quanto aiuta a combattere la stanchezza mentale e migliorare l’attenzione, la capacità di memorizzazione.

Dosaggio e assunzione giornaliera consigliata

Somministrato a dosi eccessive potrebbe provocare cefalea, tensione e disturbi del sonno. Si sconsiglia la somministrazione in caso di problemi respiratori e tachicardia. Non va assunto in gravidanza e durante l’allattamento. Nelle donne che utilizzano contraccettivi, l’eleuterococco potrebbe contrastarne gli effetti.

Tuttavia sotto forma di tintura madre la dose consigliata equivale a 30-40 gocce in poca acqua, appena svegli oppure in tarda mattinata, come estratto secco non si devono superare i 400-800 mg, mentre in capsule o compresse può essere assunto al mattino. Queste ovviamente sono delle indicazioni che vanno concordate con il proprio medico in base al caso specifico e al proprio quadro clinico. Evitate somministrazioni fai da te.

Controindicazioni e possibili effetti collaterali

L’eleuterococco non sembra avere particolari controindicazioni ma tuttavia, se ne sconsiglia l’utilizzo in caso di ipertensione e insonnia. Sono note alcune interazioni della pianta con farmaci come l’insulina, il cui dosaggio va concordato con il proprio medico, con antibiotici, diuretici, ansiolitici, psicofarmaci e barbiturici. Si consiglia di evitare l’assunzione di qualsiasi prodotto a base di questo principio attivo se si soffre di tachicardia, mal di testa e disturbi del sonno, in gravidanza, durante l’allattamento e nei bambini.

Dove acquistare l’eleuterococco? Prezzi

L’eleuterococco può essere acquistato sotto forma di estratto secco, tintura madre, integratore in capsule o compresse in erboristeria oppure in negozi specializzati nella vendita di prodotti naturali, in para farmacia oppure online. Il costo di questi prodotti solitamente non supera i 25 euro. Si raccomanda prima di procedere all’acquisto di consultare il proprio medico o il parere di un esperto naturopata, che potrà indicarvi il prodotto più adatto alle vostre esigenze e la corretta posologia di assunzione per evitare di incorrere in spiacevoli controindicazioni.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi