Cromo: caratteristiche, proprietà benefiche, controindicazioni

Il cromo è un minerale presente in modeste quantità all’interno dell’organismo umano, con numero atomico 24 e simbolo chimico Cr.  Il cromo svolge un ruolo fondamentale nella prevenzione di determinate patologie e partecipa al metabolismo degli zuccheri. 

In natura questo minerale può presentarsi in diverse forme tra cui il cromo trivalente e il cromo esavalente. All’interno dei paragrafi successivi andiamo quindi a scoprire tutte le proprietà legate al cromo e alle sue eventuali controindicazioni.

Cromo: caratteristiche del minerale

Il cromo si presenta come un minerale presente in piccole quantità all’interno dell’organismo. La sua assunzione avviene tramite l’alimentazione quotidiana e apporta diverse proprietà benefiche. Il cromo partecipa al metabolismo degli zuccheri e a quello degli alimenti.

Il minerale partecipa anche al metabolismo dei carboidrati, rivelandosi fondamentale per tutti i soggetti affetti da problemi di peso. Il cromo rientra all’interno degli oligoelementi presenti in piccole quantità nell’organismo e nei cibi.

Dal punto di vista alimentare il cromo viene assorbito dall’organismo soltanto in una percentuale pari al 3%, mentre l’impoverimento dei terreni ha fortemente contribuito all’abbassamento del minerale nei vari prodotti. Il cromo risulta estremamente importante per la salute umana in quanto si lega al fattore di tolleranza del glucosio, ovvero all’ormone insulina responsabile dell’assimilazione degli zuccheri.

In quali alimenti si trova il cromo? Dosaggi giornalieri

Il cromo si trova presente, in basse percentuali, sia all’interno dell’organismo che in determinati alimenti. I cibi più ricchi di cromo sono: il latte, i formaggi, la carne, il lievito di birra, pepe nero, caffè, timo. Nell’eventualità di una carenza di cromo si può ricorrere anche all’assunzione di specifici integratori a formulazione naturale.

Il cromo viene spesso aggiunto anche alla formulazione di integratori alimentari ad azione dimagrante, come le capsule più vendute del momento Keto ActivesLa sua presenza all’interno dei supporti dimagranti favorisce la perdita di peso grazie alla sua partecipazione nel metabolismo di zuccheri e carboidrati. A seconda dell’età del soggetto il cromo deve essere assunto in dosaggi giornalieri differenti:

  • Neonati da 7 a 12 mesi: 4 mcg
  • Bambini da 1 a 3 anni: 7mcg
  • Bambini da 4 a 8 anni: 10 mcg
  • Bambini da 9 a 13 anni: 14 mcg
  • Ragazzi da 14 a 18 anni: 25 mcg
  • Ragazze da 14 a 18 anni: 33 mcg
  • Adulti 19 a 50 anni: 25 mcg
  • Over 50 anni: 20 mcg
  • In gravidanza: 30 mcg
  • Durante l’allattamento: 45 mcg

Proprietà benefiche del cromo

Il cromo migliora i livelli di glicemia a digiuno, partecipa al metabolismo degli zuccheri e dei carboidrati e si rivela importante per i soggetti in sovrappeso. Il minerale partecipa alla regolazione dei livelli di colesterolo totale e colesterolo LDL, ottimizza la crescita muscolare, incrementa la perdita di massa grassa all’interno degli ambiti dietetici e sportivi.

Cromo: controindicazioni ed effetti collaterali

Il cromo presenta tuttavia qualche controindicazione ed effetto collaterale. Il minerale compete direttamente con il ferro a causa del legame con la proteina transferrina. Per questo motivo i sovradosaggi di cromo possono provocare quadri di natura anemica, alterando la ghiandola parotidea, provocando trombocitopenia, rabdomiolisi e insufficienza epatica. 

Il cromo è sconsigliato in caso di ipersensibilità al principio attivo, mentre gli alimenti ricchi di ascorbato possono modificare l’effetto del minerale.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi