Semi di lino: proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

I semi di lino vengono utilizzati a scopo fitoterapico per le loro proprietà emollienti e protettive. Il lino vanta un’azione benefica per la salute dei capelli e della pelle, ma non solo, si dimostra ideale anche per combattere alcuni disturbi come la stitichezza e la cistite. Andiamo ad approfondire tutte le proprietà, i benefici, gli utilizzi e le eventuali controindicazioni dei semi di lino nei prossimi paragrafi.

Caratteristiche e descrizione

I semi di lino vengono ricavati dalla specie Linum usitatissimum, composta per il 70% da cellulosa. Le fibre del lino variano per lunghezza e numero, dall’aspetto estetico lucido e scivoloso al tatto. Al contatto con l’umidità la fibra del lino tende a gonfiarsi, mentre una volta bruciata si trasforma in una polvere fine, dal colore grigio/nero.

Sottoposta al reattivo di Herzberg la fibra di lino assume una colorazione rossastra. I semi di lino si presentano ricchi di sali minerali come magnesio, fosforo, rame, Omega 3 e Omega 6. La percentuale di lipidi e proteine si dimostra inoltre particolarmente benefica per la salute dell’organismo.

Proprietà benefiche dei semi di lino

I semi di lino sono conosciuti soprattutto per la loro azione protettiva ed emolliente, indicati per combattere le infiammazioni come la cistite. Le mucillagini presenti nei semi di lino si adattano ai trattamenti contro la stipsi, grazie all’effetto lassativo. I semi di lino si trovano spesso presenti nelle formulazioni degli integratori alimentari naturali, con proprietà regolanti per il transito intestinale.

Nei confronti della flora intestinale i semi di lino vantano proprietà rinfrescanti e lenitive, mentre la presenza di Omega 3 e Omega 6 assicura un rinforzo del sistema immunitario. Sotto forma di olio essenziale i semi di lino si dimostrano benefici anche per la salute della pelle e dei capelli, ma anche per il sistema circolatorio. 

Utilizzi dei semi di lino

I semi di lino vengono utilizzati soprattutto in campo alimentare. Il gusto insapore rende i semi di lino adatti a qualsiasi preparazione culinaria, senza particolari aromi, utilizzati soprattutto all’interno delle insalate, del muesli, tisane e infusi. In aggiunta allo shampoo, sotto forma di olio essenziale, i semi di lino possono essere utilizzati anche per il trattamento della cute e dei capelli. I semi di lino possono essere acquistati sugli store online, presso i supermercati biologici, erboristerie.

Effetti collaterali e controindicazioni

I semi di lino presentano qualche effetto collaterale e controindicazione. La loro assunzione è sconsigliata in caso di diverticoli, per i bambini con un apparato gastrointestinale ancora in fase di sviluppo. 

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi