Gomma Karaya: cos’è, benefici, utilizzi, controindicazioni

La gomma Karaya è un materiale che viene ricavato dalla corteccia di un albero che si trova in India e viene prevalentemente utilizzato in medicina. La sostanza che se ne ricava, è simile alla linfa. Scopriamo a cosa serve, come viene utilizzata e quali effetti collaterali può provocare sull’organismo se assunta in modo errato.

Che cos’è e a cosa serve?

La gomma karaya è ricavata da una pianta che appartiene alla famiglia delle Malvacee che cresce nel territorio indiano e prende il nome di Sterculia urens. Considerata una sostanza gommosa, fuoriesce naturalmente dal tronco dell’albero e dai rami della Sterculia oppure viene estratta a seguito di incisioni della corteccia. Così facendo si raccoglie la linfa che ne fuoriesce in appositi recipienti. La resina ottenuta viene fatta seccare e ridotta in polvere. Per ottenere un prodotto il più possibile adatto ad un uso alimentare, la linfa va ripulita con acqua bollente.

Nonostante sia originaria delle zone montuose dell’India e del Pakistan, alcune specie che producono gomma crescono anche in Africa. Viene anche estratta dai frutti per macerazione dalla Sterculia vietnamita.

Chimicamente si tratta di un polisaccaride vegetale complesso, formato da diversi zuccheri. La gomma Karaya contiene galattosio, ramnosio e acido glucoronico. Poco solubile in acqua, quando vi entra in contatto aumenta rapidamente di volume, raggiungendo una consistenza superiore. Questa caratteristica la rende ottima per essere utilizzata in campo industriale e salutistico, ma anche:

  • in medicina per la realizzazione di integratori in capsule con funzionalità lassativa per aiutare chi soffre di stitichezza, anche con l’aggiunta di magnesio;
  • come afrodisiaco naturale;
  • nella medicazione come addensante;
  • in cosmetica per la realizzazione di paste;
  • nel trattamento dell’obesità, aggiunto ai pasti per dare senso di sazietà;
  • come adesivo o polvere fissativa per le protesi dentarie;
  • nell’industria alimentare come legante e stabilizzante per cibi e bevande a cui viene attribuita nell’etichetta dei prodotti il codice E416;
  • come additivo per alimentazioni biologiche.

Perché si usa e quali sono gli effetti benefici della karaya?

La Karaya funziona incrementando il suo volume all’interno dello stomaco. Tramite questo meccanismo la sua assunzione induce l’intestino a eliminare le feci, favorendo i movimenti peristaltici. Per questo motivo viene utilizzata come lassativo e la sua assunzione è consigliata soprattutto in presenza di stitichezza.

Non esistono attualmente studi clinici che ne attestano a tutti gli effetti l’efficacia benefica contro la costipazione, pertanto resta solamente una teoria che andrebbe opportunamente verificata.

Può anche essere utilizzata in associazione a diete ipocaloriche, con l’obiettivo di ridurre il peso corporeo. Acqua e gomma di Karaya, assunte insieme, possono incrementare la sazietà, andando così a ridurre il rischio di fame nervosa.

Questo additivo ha lo svantaggio di non avere un vero e proprio sapore, e quindi non può essere utilizzato in tutti gli alimenti. La Karaya pura ha un colore bianco lucido ed è priva di impurità, e per questo motivo viene usata come ottimo sostituto della gomma adragante, che è molto più costosa. Avendo un forte potere gelificante è utilizzata come additivo per latticini.

Dove si trova la gomma karaya? Ecco gli alimenti che la contengono

La karaya è usata come gelificante per gli alimenti. I cibi che contengono questo addensante, sono i liquori all’uovo, i cereali, le patate e le salse. A differenza della gomma adragante, di colore giallo non si trovano tracce di amido nella gomma Karaya. Se aggiungiamo una soluzione in polvere di colore bianco, il carbonato di potassio, assumerà il colore di marrone chiaro.

In commercio la si può trovare sotto forma di polvere di colore bianco. La gomma karaya è poco solubile in acqua, ma se a contatto con questa ha la capacità di rigonfiarsi, aumentando il proprio volume e il peso iniziale. Possiede inoltre un odore forte tipico dell’acido acetico.

In qualità di additivo alimentare, la gomma di Karaya è soggetta a particolari restrizioni. Il suo utilizzo viene ammesso per alcuni prodotti alimentari come gli snacks e stuzzichini a base di uovo e liquori, patate, oppure cereali. A seconda del tipo di alimento, per la produzione è consentito l’impiego massimo di grammi specifici. 

Controindicazioni ed effetti collaterali

Odierne ricerche laboratorio, hanno dimostrato alcune controindicazioni dovute all’assunzione della Karaya, poiché in grado di interferire con i farmaci assunti per via orale. Se utilizzata in modo improprio, si possono avere delle sintomatologie come la flatulenza, la diarrea, disturbi digestivi, gonfiore, cattiva assimilazione di minerali e forme di allergie respiratorie.

A persone sensibili è in grado di favorire la formazione di crisi d’asma e l’orticaria ed è controindicata l’assunzione in presenza di stenosi esofagee o gastrointestinali. È anche consigliabile non utilizzare nessun tipo di lassativo alla rinfusa specie se si ha un’ostruzione intestinale.

Interazioni con i farmaci

La Karaya gum contiene la“mucillagine” una fibra in grado di ridurre la quantità di farmaco assorbita dall’organismo e abbassare i livelli dei principi attivi assorbiti. Assumere la gomma nello stesso momento in cui prendete i farmaci per via orale, può inficiare l’efficacia dei vostri farmaci. Per prevenire questa interazione, sarebbe opportuno assumere la gomma almeno un’ora dopo i farmaci che prendete per via orale.

Rischi per la salute e precauzioni

Il rischio è andare incontro a una ostruzione intestinale se non si bevono molti liquidi durante la sua assunzione. Per quanto riguarda allattamento e gravidanza non ci sono molte informazioni. Sarebbe però prudente evitare l’uso per non danneggiare la propria salute e quella del nascituro.

Queste informazioni sono generiche e non sostituiscono il parere del medico curante che conosce la vostra situazione clinica. Per assicurarsi una sana dieta equilibrata, con il giusto apporto di calorie e nutrienti, è bene sempre chiedere il parere del proprio medico e talvolta di un esperto nutrizionista.

Dosaggio

La sua assunzione è sempre accompagnata da una abbondante quantità di liquidi. Nella fase digestiva assunta in dosi indicate, aiuta l’intestino a eliminare le feci e a stimolare i movimenti peristaltici.

La dose adeguata di Karaya gum dipende da fattori come l’età, la salute fisica e molte altre condizioni del paziente. Al momento non si dispone di molte informazioni scientifiche a riguardo. C’è da tenere comunque presente che non sempre i prodotti naturali sono sicuri e rispettare i giusti dosaggi è fondamentale. Pertanto assicuratevi sempre di seguire le indicazioni riportate sulle etichette dei prodotti che acquistate e consultate il vostro medico o farmacista prima dell’utilizzo.

Dove si compra? Prezzo

La karaya è un tipo di prodotto non semplice da reperire in commercio. Tuttavia online ci sono diverse parafarmacie ed erboristerie che trattano questo principio attivo sotto forma di integratore alimentare in capsule ad un costo che varia dai 25 euro ai 100 euro, per prodotti di alta qualità. Ricordate però, che l’assunzione “fai da te” può provocare danni al vostro organismo, pertanto prima di procedere all’acquisto ed assumere qualsiasi dose, chiedete consiglio al vostro medico.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi