Fucus: caratteristiche, proprietà benefiche, controindicazioni

Il Fucus appartiene ad un genere di alghe particolarmente diffuse all’interno delle acque fredde. Il Fucus si associa al genere delle alghe brune, dal nome scientifico Phaeophyta, ricche di proprietà benefiche utilizzate soprattutto in cucina ma anche in campo cosmetico e fitoterapico. Andiamo quindi a scoprire insieme tutte le caratteristiche, le proprietà benefiche e le eventuali controindicazioni del Fucus.

Fucus: caratteristiche della specie

Il genere della specie Fucus appartiene alla famiglia delle Phaeophyta, ossia alghe brune tipiche delle acque fredde del Mar Mediterraneo e dell’Oceano Atlantico. Il Fucus viene utilizzato in erboristeria, in campo alimentare, aggiunto all’interno degli integratori ad azione dimagrante come il prodotto fucusnella, in supporto ai soggetti in sovrappeso.

Il Fucus vanta ricche quantità di iodio, considerato un vero e proprio rimedio curativo all’interno della tradizione cinese. L’attuale medicina occidentale non riconosce al Fucus proprietà efficaci alternative ai trattamenti tradizionali, ma l’attenzione verso questa alga bruna si dimostra in continuo incremento tra la popolazione.

Proprietà benefiche del Fucus

Una delle proprietà benefiche legate al Fucus più conosciuta è la sua capacità di intervenire contro i disturbi della tiroide. Il Fucus aiuta a risvegliare i metabolismi basali più pigri, grazie alla presenza dello iodio, ma anche delle vitamine e dei sali minerali. L’assunzione di Fucus aiuta a normalizzare anche i livelli di colesterolo nel sangue.

Tra le altre proprietà benefiche si trovano un’azione drenante per combattere la ritenzione idrica, la pelle a buccia d’arancia data dalla presenza della cellulite, stimolando la corretta defecazione in presenza di disturbi come la stipsi. Il Fucus presenta proprietà lassative e digestive contro il reflusso gastroesofageo e i bruciori di stomaco. La presenza di mucillagini aiuta i soggetti in sovrappeso a combattere i sintomi della fame nervosa. 

Fucus: i diversi utilizzi

Il Fucus può essere assunto tramite gli integratori alimentari disponibili in commercio, concentrati su un’azione dimagrante, nei dosaggi di 1 capsula al giorno. Il Fucus è disponibile anche sotto forma di tintura madre, da assumere tra le 30 e le 50 gocce al giorno.

La tisana a base di Fucus può essere realizzata con l’impiego di 20 grammi di alga bruna ogni 200 ml di acqua, per combattere l’accumulo di liquidi e favorire il dimagrimento. L’alga si adatta anche agli impacchi esterni per combattere la cellulite.

Controindicazioni del Fucus

Il Fucus può provocare diverse interazioni con le terapie farmacologiche in caso di diabete, anticoagulanti e ipotiroidismo. Un’assunzione prolungata di Fucus può inoltre causare un’insufficiente assimilazione del ferro, irritabilità, diarrea, vomito, tachicardia. Il Fucus è sconsigliato alle donne in stato di gravidanza e allattamento.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi