Muira Puama: cos’è, benefici, utilizzi, controindicazioni

La Muira puama è una pianta originaria del Brasile molto conosciuta dalle tribù autoctone per le sue proprietà e per gli effetti benefici che sembra essere in grado di rilasciare all’organismo, in particolare aiuta a stimolare il desiderio sessuale sia nell’uomo che nella donna, grazie alla sua capacità afrodisiaca.

Andiamo a vedere nello specifico di cosa si tratta, quali sono i suoi benefici sul nostro organismo, che tipo di controindicazioni può avere e come può essere utilizzato.

Che cos’è la Muira puama? Caratteristiche della pianta

La Muira puama è una pianta tipica dell’Amazzonia e delle zone pluviali del Brasile. Questo tipico albero è conosciuto anche con il nome di “marapuama” che tradotto equivale a “legno della potenza” ed “erba dell’amore”. Si tratta di un albero con rami sottili, foglie ovali che può raggiungere anche i 5 metri di altezza. Possiede dei fiori bianchi con un odore molto forte, simile a quello del gelsomino.

Le antiche tribù locali attribuivano a questa pianta proprietà in grado di aiutare le coppie nelle cerimonie propiziatorie per l’accoppiamento. I primi esploratori europei osservarono gli indigeni nell’utilizzo di questa pianta, utilizzata come rimedio naturale. Fu allora che decisero di portarla in Europa, entrando così a fare parte della medicina erboristica inglese, dove utilizzata in affiancamento alle terapie tradizionali sembra essere un valido aiuto per dissenteria e impotenza.

Proprietà ed effetti benefici

Come accennato, questa pianta possiede diverse proprietà che sembrano essere in grado di rilasciare effetti benefici sul nostro organismo. I principi attivi di questa pianta sono principalmente contenuti nella corteccia e nella radice, ricche di acidi e oli essenziali che aiutano a compiere una migliore azione vasodilatatrice.

Per questo motivo viene talvolta utilizzata come ingrediente per la preparazione di integratori e formulazioni naturali, in quanto sembra essere un ottimo coadiuvante alle cure farmacologiche per alcune problematiche, nello specifico:

  • può aiutare a stimolare l’attività sessuale, grazie alle sue proprietà afrodisiache che aiutano a stimolare il desiderio sessuale in entrambi i sessi;
  • può essere utilizzata come tonico neuromuscolare;
  • può aiutare a contrastare la stanchezza;
  • può aiutare a combattere le nevralgie;
  • può aiutare a facilitare la digestione;
  • può aiutare a contrastare: esaurimento, dolori mestruali, depressione, reumatismi e inappetenza;
  • può aiutare a ridurre il grasso aumentando la massa magra;
  • può aiutare a ridurre i livelli di colesterolo;
  • può aiutare a svolgere un’azione benefica sulla memoria e aiuta a contrastare eventuali disturbi nervosi;
  • può aiutare a migliorare le performance sportive, in quanto sembra agire come tonico quindi indicato per chi pratica sport, poiché aiuta ad alleviare la fatica fisica e mentale;
  • può aiutare ad alleviare lo stress, uno dei principali nemici della nostra salute. Quando lo stress si cronicizza può essere un pericolo per le difese immunitarie, provocando disturbi più o meno lievi. Una costante e controllata assunzione dell’estratto di questa pianta, può aiutare a riequilibrare l’umore, aiutando anche a diminuire gli stati di ansia;
  • può aiutare a migliorare le funzioni cerebrali: sembra essere in grado di aiutare a migliorare le funzioni cognitive (in particolare aiuta a favorire e stimolare la memoria nelle persone anziane), aiuta ad alleviare i disturbi legati al sistema nervoso centrale;
  • può aiutare a contrastare nevralgie e situazioni croniche, che possono indicare la presenza di una malattia o di un’infiammazione in corso, cui l’organismo non è in grado di lenire autonomamente. Essendo un analgesico naturale, la Muira può aiutare a calmare condizioni di dolore cronico;
  • può aiutare ad alleviare i disturbi premestruali: come debolezza, crampi addominali e sbalzi di umore che spesso possono impedire il normale svolgimento delle attività giornaliere;
  • può aiutare a riequilibrare l’intestino laddove ci siano episodi di diarrea che possono essere provocati da particolari farmaci, consumo di alimenti contaminati da batteri, virus. Assumendo questa radice si può aiutare a riequilibrare il tratto intestinale e per questo consigliata in caso di dissenteria grave con presenza di sangue e muco nelle feci.

Modalità d’uso e dosaggio consigliato

Della Muira vengono principalmente utilizzate le radici, cui sono contenute grandi quantità di sostanze resinose che possiedono numerose proprietà benefiche. Viene utilizzata soprattutto nei casi di impotenza, di calo del desiderio sessuale, stanchezza a livello fisico e mentale. Questa pianta la si può trovare in commercio sotto forma di gocce da somministrare per uso interno oppure come decotto da applicare esternamente.

Per la preparazione del decotto bastano circa 10-15 g da mettere in infusione in un litro di acqua bollente e lasciare bollire per un quarto d’ora con del succo di limone. Lo si può zuccherare se si preferisce e assumere fino a due tazze al giorno, non di più. Se si vuole preparare un infuso, basta bollire un cucchiaino per tazza per 5 minuti e lasciare in infusione per 5-10 minuti. Anche per l’infuso, la somministrazione consigliata è di una massimo due tazze al giorno.

Per aiutare ad aumentare il desiderio e quindi beneficiare delle sue proprietà afrodisiache, è possibile sottoporsi a un ciclo di un paio di settimane massimo tre, sempre però su indicazione medica. Il nostro consiglio è quello di parlarne sempre con un esperto prima di procedere con la somministrazione, evitando il fai da te e soprattutto senza mai superare le dosi indicate. Un eccessivo dosaggio può fare scaturire degli effetti collaterali che possono alterare la coordinazione dei movimenti.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Questa pianta non sembra avere particolari controindicazioni. Tuttavia è bene non eccedere nel dosaggio, in quanto gli effetti collaterali seppure lievi possono provocare dolori allo stomaco, mal di testa in associazione con nervosismo, agitazione e mancata coordinazione nei movimenti. 

Si consiglia di non assumerla in gravidanza, durante l’allattamento e se si soffre di particolari patologie. Può risultare pericolosa in caso di allergie o intolleranze ai principi attivi. In ogni caso parlatene con un medico o un esperto prima di utilizzare qualsiasi prodotto a base di Muira puama.

Dove acquistare la Muira Puama? Prezzi

La Muira puama è disponibile in varie forme come compresse di integratori naturali, estratto idroalcolico oppure acquoso. In medicina omeopatica l’estratto ricavato dalla pianta è utilizzato sotto forma di gocce da somministrare per via orale, tintura madre oppure in granuli. 

Può essere acquistata come prodotto a sé oppure in combinazione con altri rimedi naturali in farmacia, erboristeria oppure online. Il costo varia a seconda della tipologia e oscilla dai 10 ai 25 euro. 

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi