Niacina: dosi giornaliere, benefici e controindicazioni

La niacina, chiamata anche vitamina b3 o vitamina PP, appartiene quel al gruppo delle vitamine idrosolubili che non possono essere prodotte dall’organismo in maniera autonoma. La niacina deve, quindi, essere integrata tramite l’alimentazione o assunzione di composti in cui è presente come ingrediente principale. La vitamina è indispensabile e rappresenta, in un certo qual modo, la base della vita e della sua energia. Nei dei paragrafi successivi andremo ad approfondire tutte le sue numerose caratteristiche.

Niacina: a cosa serve e che benefici apporta

Le strutture biochimiche della vitamina b3 sono NAD e NADP, (rispettivamente senza e con gruppo fosfato) la cui funzione coenzimatica riguarda il metabolismo cellulare. Sono prodotte dai tessuti dell’organismo a partire dalla niacina che ne rappresenta il precursore, per poi essere immesse nel circolo sanguigno, dove, arrivate ai siti d’azione svolgeranno il loro ruolo.

Queste molecole sono implicate nella forsforilazione ossidativa. In altre parole, producono energia in condizioni di sforzo aerobico. Per questo motivo viene utilizzata anche nel mondo del body building.

Dove si trova la niacina e come assumerla?

La risposta è intuibile tramite una semplice riflessione: tutti gli organismi viventi necessitano di questa vitamina, dunque è possibile assumerla principalmente da alimenti di origine animale come carni rosse, bianche e pesce. I fegati, in particolare ne sono molto ricchi. Buone quantità sono contenute anche nei lieviti di birra, arachidi e verdure.

Tuttavia, in condizioni di carenza della molecola è possibile valutare un’integrazione esterna da parte di composti vitaminici completi o specifici che si rendono necessari in alcuni casi.

Perché è così importante per l’organismo, la pelle e per i capelli?

Alla base c’è il corretto equilibrio della respirazione cellulare (insieme di processi metabolici che permettono loro di lavorare, rigenerarsi e riprodursi), da cui deriva tutto il resto: la regolazione del sistema nervoso, dei processi digestivi, della salute della pelle, dei capelli, del circolo sanguigno, del mantenimento ottimale degli organi e delle attività corporee, è l’effetto tangibile che ne deriva. Inoltre, secondo ultimi studi, la niacina si è rilevata un alleato importante per ridurre i sintomi e rallentare la progressione del morbo di Parkinson.

Carenza di Niacina: pellagra e problemi di erezione

Una carenza di niacina comporta un senso di spossatezza generale a livello muscolare, problemi a livelli digestivi, problemi di erezione, mal di testa, nausea, irritabilità e può causare l’insorgenza della pellagra. Quest’ultima è una patologia molto seria che ha come caratteristica primaria il mancato assorbimento della vitamina b3, anche in presenza di integrazioni alimentari. Può causare danni al sistema nervoso, alla pelle e al sistema gastrointestinale.

Le cause di un’insufficiente apporto della vitamina PP può essere ricercato nello stile di vita o nelle condizioni del soggetto:

  • Abuso di sostanze alcoliche;
  • gravi ustioni;
  • attività lavorative molto faticose;
  • sport a livello agonistico;
  • età avanzata

Niacina integratore: dove acquistarlo, prezzo e quantità giornaliera

La niacina è acquistabile in farmacia oppure online, principalmente su siti di articoli sportivi. I prezzi si aggirano tra i 5 e i 50 euro, prezzo coerente alle restanti tipologie di integratori.

L’assunzione tramite integratori e la sua quantità dipendono principalmente dal sesso e dall’età del soggetto, oltre che dalle sue abitudini quotidiane. Generalmente, gli uomini possono assumerne 18 mg al giorno di niacina, mentre le donne 14 mg. Questi valori fanno riferimento a persone adulte e il cui medico di fiducia è stato preventivamente avvisato e consultato.

Effetti collaterali e controindicazioni

Sebbene la niacina assunta in dosi eccessive venga poi espulsa tramite drenaggio renale, integratori a base di niacina possono presentare effetti collaterali quali vampate, nausea, mal di testa, prurito, diarrea, indigestioni, bruciori di stomaco, vertigini e formicolio. Per ovviare a questi problemi e bilanciare gli effetti collaterali in modo tale che la pendenza sia a favore degli effetti benefici, le case farmaceutiche che si occupano di produzioni vitaminiche hanno brevettato un mix di vitamina b3 combinato con aspirina e altri farmaci.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi