Glucosamina: proprietà, a cosa serve, controindicazioni e effetti collaterali

La glucosamina è il principale amminomonosaccaride che partecipa alla biosintesi dei lipidi e delle proteine e della cartilagine. Di facile intuizione è il suo ruolo per quanto riguarda la struttura ossea e il mantenimento delle sue condizioni ottimali. Compone il guscio dei crostacei, è presente nei funghi e anche in microrganismi, tra cui i resistenti batteri gram-negativi.

L’impiego dell’aminoacido viene spesso abbinato alla condroitina, ed entrambi si trovano frequentemente all’interno di integratori alimentari pensati per combattere le infiammazioni e i dolori articolari. Andiamo ad approfondire tutte le proprietà, le caratteristiche, gli utilizzi e le controindicazioni della glucosamina.

Dove si trova, a cosa serve e caratteristiche

La glucosamina si trova nella matrice della cartilagine all’interno dell’organismo dei mammiferi, in quanto è precursore della produzione della stessa. La cartilagine è una sostanza piuttosto ubiquitaria nel nostro corpo e ha la funzione di proteggere le articolazioni e ammortizzare i loro urti e movimenti, perché ben più importanti e delicate. La sua funzione a servizio della cartilagine non si limita alla sua produzione ma ostacola la formazione, e quindi l’azione, degli enzimi che la degradano.

Proprietà benefiche della glucosamina

La glucosamina interviene nella sintesi di varie macromolecole e la sua presenza all’interno dell’organismo umano si dimostra essere particolarmente importante per il benessere dei tessuti ossei. Viene naturalmente prodotta dal nostro sistema, ma in presenza di un deficit o di danni a carico delle ossa, si rivela utile una terapia di reintegrazione.

In caso di traumi articolari va a riequilibrare il metabolismo della cartilagine articolare, incrementando la fissazione dello zolfo e contrastando i processi degenerativi.

La glucosamina interviene anche contro artrosi, reazioni cutanee e disturbi gastrointestinali, patologie tendinee, problematiche che riguardano il corretto funzionamento del circolo sanguigno, il cuore e gli occhi.

Come si ricava e come viene lavorata?

La glucosamina utilizzata viene raccolta dal guscio dei crostacei e viene utilizzata, dopo essere stata sapientemente estratta e trattata, sotto forma di glucosamina fosfato per la preparazione di soluzioni orali in bustine.

Nella maggior parte dei casi viene assunta tramite dei preparati naturali finalizzati anche al contrasto del dolore articolare e delle infiammazioni. Una delle formule pensate per la situazione descritta è il vendutissimo OsteoMed.

Come deve essere assunta? Dosaggi giornalieri

Può essere assunta per via orale in dosaggi giornalieri specifici. Per ridurre il dolore e l’infiammazione articolare si consigliano 1.500 mg di  al giorno sotto forma di bustine, disponibili anche in fiale per l’assunzione intramuscolare. La terapia, spesso, prevede l’abbinamento della glucosamina con olio di pesce, vitamina C e magnesio.

Tenendo sempre presente che l’efficacia è strettamente correlata alla metodologia di assunzione, prima ancora che alla quantità e che l’azione dell’integratore si rivela più veloce in caso di iniezioni rispetto all’assunzione per via orale, è bene chiedere un parere medico specifico prima di iniziare il trattamento e che sia lo specialista a sceglierne il procedimento, in base all’età del soggetto, al sesso, ai sintomi e alla natura (e gravità) del trauma subito o del deficit.

La glucosamina funziona davvero? Recensioni e opinioni

Quello della glucosamina prodotta dall’organismo è un ruolo chiave nei processi anabolici e i suoi effetti sono scientificamente constatati e approvati. È utile e necessario, talvolta, un’assunzione per via esterna. Per quanto concerne studi effettuati sul reale beneficio apportato dall’integrazione di glucosammina, 2 persone su 3 dichiarano di averne giovato considerevolmente. Questo è, ovviamente, relazionato alla soggettività dei pazienti e quella delle loro necessità.

Tante dichiarazioni sono improntate sul contrasto del deterioramento e dell’invecchiamento e viene descritto da molti, come i primissimi benefici eventualmente apportati riguardano la terapia del dolore, per poi essere seguiti da migliorie del sistema scheletrico. Per le recensioni complete è sufficiente recarsi sulla pagina a descrizione del farmaco Osteomed, un prodotto scrupolosamente controllato e che promette efficacia nel tempo.

Effetti collaterali e controindicazioni

Nella maggior parte dei casi l’assunzione di glucosamina non provoca alcun effetto collaterale e controindicazione per i soggetti. Esistono però casi riportati in cui l’utilizzo ha provocato episodi di vomito, nausea, bruciori di stomaco, costipazione e dissenteria. Naturalmente la terapia si rivela sconsigliata in caso di ipersensibilità o allergia al principio attivo. Anche in caso di gravidanza e allattamento la situazione richiede un parere medico. Inoltre, se si sta assumendo altri farmaci, è sempre necessario controllare e informarsi su eventuali interazioni.

Dove acquistarla e a che prezzo, si trova in farmacia?

Diversi siti di e-commerce online rendono reperibili integratori a base di glucosamina, oltre alle tradizionali farmacie e parafarmacie. Talvolta, anche erboristerie hanno a disposizione formulazioni naturali di prodotti contenti l’aminoacido.

Il prezzo varia a seconda della composizione acquistata, infatti può partire da pochi euro fino ad arrivare a 150 euro per integratori di alta qualità.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi