Alluce valgo: cos’è, sintomi, diagnosi e trattamenti

L’alluce valgo è una patologia che colpisce gli arti inferiori. Il disturbo si dimostra sia estetico che salutare, ed è in grado di colpire qualsiasi soggetto senza distinzione di sesso ed età anagrafica. Oltre al dolore e alla deformazione della parte lesa, l’alluce valgo rischia di compromette seriamente la deambulazione.

Nello specifico l’alluce valgo è una deformazione che interessa l’area metatarso-falange degli arti inferiori. La patologia può interessare un solo arto, oppure entrambi, come avviene nella maggior parte dei casi. La deformazione è causata da un’infiammazione a livello della mucosa alla base dell’alluce, riconducibile a fattori genetici come il piede piatto. Ma come intervenire contro l’alluce valgo? Approfondiamo insieme tutte le caratteristiche della patologia, dai sintomi, alla diagnosi, ai trattamenti.

Alluce valgo: cos’è e caratteristiche

L’alluce valgo è un patologia che colpisce gli arti inferiori e altera la struttura dell’alluce, provocando dolori e inestetismi estetici. In età adolescenziale l’alluce valgo si dimostra spesso la conseguenza di calzature eccessivamente strette, mentre la seconda causa più frequente di insorgenza si lega ai fattori genetici e familiari.

L’alluce, in questo caso, viene deviato verso le altre dita presentando una protuberanza verso la parte esterna che può compromettere la deambulazione e l’utilizzo delle calzature. I soggetti affetti dall’alluce valgo possono soffrire inoltre di metatarsalgie, ossia di dolori alla pianta del piede più o meno acuti a seconda dei casi. Il dolore stesso aumenta l’insorgere di calli e arrossamenti in grado di sfociare, nel corso del lungo periodo, in ulcere e borsiti.

Sintomi dell’alluce valgo e diagnosi

A soffrire maggiormente della condizione dell’alluce valgo è soprattutto il genere femminile. Oltre alla deformazione sporgente dell’alluce, la patologia provoca dolore e difficoltà nella corretta deambulazione, squilibri e problematiche anche a livello degli arti superiori. In caso di alluce valgo il resto del corpo tende a modificarsi di conseguenza, provocando disturbi a livello delle anche, delle caviglie e della colonna vertebrale.

A livello di prevenzione l’alluce valgo è particolarmente difficile da trattare e richiede la scelta delle calzature più idonee per evitare di stringere eccessivamente il piede. La diagnosi dell’alluce valgo prevede soprattutto un’attenta valutazione della malformazione visiva, il ricorso a terapie di supporto quali tutori, suolette, arrivando all’intervento chirurgico nei casi più gravi.

Alluce valgo: i trattamenti

Al momento della diagnosi corretta di alluce valgo i trattamenti si dimostrano differenti a seconda dell’età del soggetto e della gravità della malformazione. Nei casi di gravi malformazioni si deve ricorrere alla chirurgia mediante l’impiego di frese per correggere e riportare l’alluce nella posizione corretta. L’intervento chirurgico si dimostra invasivo e prevede tempi di recupero limitando la deambulazione. In casi più lievi si può correggere l’alluce valgo anche con il supporto di tutori e suolette da inserire all’interno delle calzature.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi