Cellulosa vegetale: proprietà, caratteristiche, utilizzi

La cellulosa vegetale trova un ampio impiego all’interno di diverse preparazioni e formulazioni cosmetiche naturali. Chimicamente la cellulosa si dimostra un elemento fondamentale per la vita vegetale, ma non solo.

La cellulosa vegetale si presenta come la sostanza più diffusa all’interno del pianeta, ricca di proprietà benefiche anche per l’organismo umano. All’interno dei paragrafi successivi andiamo a scoprire tutte le caratteristiche, le proprietà benefiche e gli utilizzi della cellulosa vegetale.

Cellulosa vegetale: cos’è, caratteristiche

La cellulosa vegetale consiste in uno dei polisaccaridi più importanti, costituita al suo interno da diverse molecole di glucosio unite da un legame glicosidico. In qualità di molecola la cellulosa vegetale presenta una struttura piuttosto semplice, presente in grandi quantità all’interno del nostro pianeta.

Il glucosio presente all’interno della cellulosa vegetale viene prodotto dalla fotosintesi utilizzata dalle piante, le quali riescono a trasformare l’anidride carbonica grazie alla presenza della luce solare. La cellulosa vegetale si trova soprattutto all’interno della struttura delle specie vegetali e nel legno. La cellulosa vegetale viene assunta tramite l’alimentazione, ma anche indossata per via della sua presenza nei tessuti.

La cellulosa vegetale si trova inoltre presente nella carta, nelle fibre di cotone, utilizzata come biocarburante, alcune alghe e funghi, nei piccoli invertebrati marini e alcune amebe. La cellulosa vegetale permette agli organismi complessi, ma anche ai microrganismi, di sopravvivere in natura.

Proprietà benefiche della cellulosa vegetale

Trattandosi di un polisaccaride la cellulosa vegetale è considerata uno zucchero complesso con diverse proprietà benefiche, simile alla composizione dell’amido. La cellulosa vegetale possiede importanti proprietà igroscopiche in grado di assorbire l’umidità presente nell’ambiente, aumentando il senso di sazietà, il volume delle feci con un’azione leggermente lassativa.

Rispetto all’amido la cellulosa vegetale vanta poche differenze, ristrette al modo in cui le molecole di glucosio si uniscono tra loro. L’emicellulosa si differenzia invece dalla struttura vegetale per il suo basso grado di polimerizzazione.

Cellulosa vegetale: gli utilizzi

Come viene utilizzata la cellulosa vegetale? La lavorazione della cellulosa nei tessuti, soprattutto nel cotone, comporta una scelta della versione più pregiata ricavandola dalle fibre stesse. La cellulosa vegetale viene ricavata anche dalla corteccia degli alberi.

La cellulosa viene sfruttata nel settore dietetico dimagrante in diverse formulazioni naturali di integratori, come il prodotto del momento Forskolin ActiveLa presenza della cellulosa nell’integratore incrementa la perdita di peso, dimostrandosi un ottimo supporto alla dieta alimentare e all’attività sportiva. In campo cosmetico la cellulosa vegetale viene sfruttata per la realizzazione di creme, gel, ma anche ad impiego bellico per la fabbricazione degli esplosivi.

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi