Disinfettante mani fai da te: come realizzarlo con la ricetta dell’OMS

Nelle ultime settimane la paura ha preso il sopravvento sugli italiani, a causa della rapida diffusione di quello che viene chiamato COVID-19, ovvero un virus virale anche battezzato con il nome di: nuovo coronavirus.

Farmacie, supermercati e negozi sono stati presi d’assalto per l’acquisto di gel disinfettanti per le mani, da utilizzare con lo scopo di ridurre il rischio di contagio. Vediamo come potere realizzare il disinfettante seguendo la ricetta predisposta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Raccomandazioni Ministero della Salute

Da qualche settimana a questa parte è quasi impossibile riuscire ad acquistare gel disinfettanti per le mani. Tutti i negozi ne sono sprovvisti, il panico sembra salire e la paura di non riuscire ad arginare il contagio si propaga tra la gente. Per cercare di tranquillizzare la popolazione ed evitare che il virus possa continuare a diffondersi tra bambini, adulti e anziani l’OMS ha predisposto una serie di raccomandazioni da seguire. 

In primo luogo si raccomanda di lavare spesso le mani utilizzando acqua e sapone, ma in mancanza di questi specialmente quando non si è in casa, si può ricorrere all’utilizzo di gel disinfettanti. Acquistarli già pronti per il momento è impossibile, ma qualora si riuscisse ancora a trovare qualche confezione, i prezzi sono aumentati in modo eccessivo.

Ecco, che il Ministero della Salute ha reso disponibile per tutta la popolazione italiana una ricetta efficace fai da te, utile per combattere i virus con lo scopo di igienizzare le mani e tenere lontani microbi o batteri, realizzato con ingredienti facili da trovare in commercio.

Come preparare il disinfettante

In rete si stanno diffondendo molte ricette che vedono l’utilizzo di ingredienti pericolosi e che non hanno alcuna efficacia scientifica come disinfettanti per le mani. L’OMS ha diffuso la ricetta per la preparazione del disinfettante fai da te a base di alcol etilico o alimentare che essendo trasparente e in odore risulta essere migliore (anche se più costoso), acqua ossigenata, glicerina e acqua distillata o di rubinetto bollita e raffreddata.

Ingredienti

Gli ingredienti che vi riportiamo di seguito sono quelli ufficiali del Ministero della Salute e vanno intesi per la preparazione di un litro di disinfettante:

  • 833 ml di alcol etilico al 96%
  • 42 ml di acqua ossigenata al 3%
  • 15 ml di glicerina (glicerolo) al 98%
  • acqua distillata o in alternativa potete bollire l’acqua del rubinetto e farla raffreddare. La quantità deve essere tale da potere ottenere un litro di soluzione.

Occorrente necessario per la preparazione

  • una caraffa graduata di plastica;
  • una siringa senza ago;
  • bottigliette di plastica da 100 ml, che vanno tenute in quarantena almeno per 72 ore prima di essere utilizzate.

Preparazione

Per la preparazione del gel disinfettante occorre:

  • versare l’alcol all’interno di una caraffa in plastica, graduata;
  • con l’aiuto di una siringa prendete 42 ml di acqua ossigenata e unitela all’alcol precedentemente versato all’interno della caraffa e mescolate il tutto;
  • aggiungete, avendo un po’ di pazienza, la glicerina;
  • mescolate bene tutti gli ingredienti e aggiungete l’acqua fredda distillata continuando a mescolare il composto;
  • a questo punto, potete versare il liquido ottenuto all’interno di bottigliette pulite, sulle quali applicate delle etichette che indichino il contenuto.

Il disinfettante va tenuto lontano da fonti di calore, non va ingerito e deve essere tenuto lontano dai bambini. Ricordate che si tratta di un liquido infiammabile pertanto nella bottiglietta dovete indicare la data di preparazione e gli ingredienti che avete utilizzato per la preparazione.

Dopo che avete spruzzato sulle mani asciutte il disinfettante, strofinatele per circa 30/40 secondi fin quando la soluzione non si sarà assorbita del tutto. Attenzione a non fare entrare in contatto gli occhi con il disinfettante.

Vademecum su come disinfettare le mani

La presenza dell’alcol nella preparazione del disinfettante inattiva i microbi ed è una delle principali scelte utilizzate dalle strutture sanitarie in quanto facile da reperire, assicura un’azione più veloce, garantisce un’attività di rimozione dei microbi e batteri, non danneggia le mani rispetto ai comuni saponi che possono anche alterare il PH della pelle (se utilizzati in lavaggi frequenti).

Il Ministero della Sanità, insieme alla ricetta fai da te ha anche predisposto un “vademecum” su come utilizzare la soluzione alcolica sulle mani. Affinché possa essere efficace deve essere applicata sulle mani asciutte: 

  • versare sul palmo la quantità necessaria per ricoprire tutta la superficie di entrambe le mani;
  • frizionare il palmo di una mano contro l’altro;
  • frizionare il palmo sinistro sopra il dorso della mano destra, intrecciando le dita. Compiere lo stesso movimento con il palmo destro contro il dorso della mano sinistra;
  • frizionare bene i due palmi, uno contro l’altro;
  • frizionare bene i dorsi di entrambe le mani con le dita;
  • frizionare il pollice destro sul pano della mano sinistra e viceversa;
  • frizionare ruotando avanti e indietro le dita di una mano strette tra loro nel palmo dell’altra mano;
  • frizionare il polso ruotando avanti e indietro le dita di una mano strette tra loro su entrambi i polsi, alternandoli;
  • asciugare le mani pulite.

Quando si può utilizzare la soluzione?

Quando ci si trova fuori casa spesso non si ha la possibilità di lavare le mani. In queste circostanze avere con sé del disinfettante come quello proposto in questo articolo, può tornare utile, ancora meglio se lo scopo è quello di rimuovere eventuali batteri e virus dalle mani.

Occorre, al di là dell’emergenza attualmente in atto, lavarsi sempre le mani o utilizzare un buon disinfettante a base alcolica:

  • prima di consumare un pasto o quando si devono toccare cibi;
  • prima di andare al bagno;
  • per cambiare un pannolino;
  • quando occorre toccare un ammalato;
  • prima di toccare gli occhi;
  • per medicare una ferita;
  • prima di assumere o somministrare farmaci per via orale;
  • dopo avere toccato un animale domestico;
  • dopo avere toccato monete e banconote;
  • quando si utilizzano mezzi pubblici di trasporto o telefoni;
  • dopo avere toccato spazzatura;
  • quando si frequentano posti affollati;
  • dopo avere starnutito, tossito o essersi soffiati il naso.

Potenzialmente è buona abitudine pulire le mani ogni qualvolta si entra a contatto con oggetti che possono trasferire dalla propria superficie verso il nostro corpo batteri e virus. Così facendo saremo in grado di mantenere sempre ai massimi livelli le nostre difese immunitarie senza compromettere la nostra salute.

Prestate molta attenzione alle notizie che circolano su Internet, specialmente a fantomatiche ricette “miracolose” realizzate con ingredienti che possono arrecare danni alle mani o se inalati. Diffidate da tutto ciò che non è espressamente indicato e consigliato da fonti ministeriali ufficiali. 

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi