Centaurea: proprietà, caratteristiche, utilizzi

La centaurea, dal nome scientifico centaurea minus, è una pianta dalle importanti proprietà terapeutiche. L’origine della specie risale a tempi molto antichi e assume la sua denominazione dal centauro Chirone, il quale si servì della centaurea per curare la sua ferita al piede dopo uno scontro con Ercole. Andiamo ad approfondire insieme tutte le caratteristiche, le proprietà, gli utilizzi e le eventuali controindicazioni della centaurea nel corso dei paragrafi successivi.

Centaurea: descrizione e caratteristiche della pianta

La centaurea, centaurea minus, appartiene al genere delle piante erbacee annue proveniente soprattutto dall’Africa settentrionale e dall’Europa. La specie cresce in modo spontaneo in climi umidi e freschi e vanta diverse proprietà benefiche per l’organismo.

Gli effetti benefici della centaurea erano noti anche all’interno dell’antica Grecia e in epoca medioevale. Dal punto di vista fitoterapico la centaurea presenta diverse azioni antibatteriche, toniche, depurative, astringenti, lenitive e antipiretiche. La leggenda vuole che il centauro Chirone, dopo una battaglia contro Ercole, si fosse servito della centaurea per curare la sua ferita al piede scoprendo importanti proprietà curative.

Proprietà benefiche della centaurea

La centaurea può essere utilizzata sia ad uso interno che esterno. Tra le sue proprietà benefiche si trovano un’azione astringente, lenitiva, ma anche antibatterica, antipiretica, tonica, depurativa. Il trattamento esterno a base della specie si adatta alle ferite per via delle sue proprietà lenitive e astringenti.

Le sommità dei fiori di centaurea contengono diversi principi attivi tra cui sostanze amare, fenolici, triterpeni, glicosidi, steroli, alcaloidi. La pianta viene spesso utilizzata contro i disturbi gastrici, l’inappetenza, il meteorismo, l’insufficienza epatica e i disturbi digestivi. 

La centaurea a scopo terapeutico si trova in vendita presso qualsiasi erboristeria specializzata, sotto forma di semente biologiche, oppure preparazioni specifiche, ma anche sugli store online. Per via interna la centaurea può essere assunta sotto forma di infuso a base di un cucchiaio delle sommità fiorite all’interno di una tazza con acqua bollente. La tisana deve essere lasciata in infusione per almeno 5 minuti prima di essere consumata. Per ottenere un’azione digestiva si consiglia la sua assunzione successivamente ai pasti principali della giornata.

Centaurea: controindicazioni ed effetti collaterali

Come tutte le piante anche la centaurea presenta alcune controindicazioni ed effetti collaterali. La sua assunzione è sconsigliata alle donne in stato di gravidanza e allattamento, mentre un dosaggio eccessivo può provocare vomito, diarrea e disturbi digestivi. La centaurea è sconsigliata anche in caso di ipersensibilità ad uno dei suoi principi attivi o allergia alla pianta. 

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi