Psillio: proprietà, caratteristiche e controindicazioni

Il Psillio è una specie vegetale conosciuta per le sue proprietà emollienti benefiche. La sua assunzione permette di regolare sia la digestione, sia il transito intestinale, utilizzato spesso all’interno delle formulazioni degli integratori alimentari dimagranti. Andiamo ad approfondire tutte le proprietà, le caratteristiche e le controindicazioni del Psillio nei paragrafi successivi.

Caratteristiche e descrizione

Il Psillio appartiene alla famiglia delle Plantaginaceae, presente in tutto il Mediterraneo. Esteticamente la specie raggiunge medie dimensioni e presenta caratteristici fiori gialli, mentre a scopo fitoterapico e curativo vengono utilizzati i semi, di colore bruno, ricchi di mucillagini. L’infiorescenza del Psillio si presenta invece a forma di spiga.

Proprietà benefiche dei semi di Psillio

I semi di Psillio vantano proprietà lassative grazie alla quantità di mucillagini e delle fibre idrosolubili. Sin dal passato i semi della specie vengono impiegati nei trattamenti per combattere l’intestino pigro, la stipsi, andando ad ammorbidire la massa fecale. Gli effetti dei semi rassomigliano a quelli dei classici lassativi commercializzati da banco, favorendo il transito intestinale.

Il Psillio presenta proprietà antinfiammatorie, creando una barriera contro i batteri, a prevenzione delle irritazioni delle mucose e degli arrossamenti. I semi di Psillio vengono utilizzati per trattare anche i disturbi digestivi, la sindrome del colon irritabile, le emorroidi grazie alla sua azione lubrificante ed emolliente. 

Modalità di assunzione

I semi di Psillio devono essere assunti saltuariamente, in presenza di disturbi intestinali e digestivi. In caso di emorroidi e patologie gravi si consiglia di rivolgersi dapprima al parere del proprio medico curante. In presenza di alcuni disturbi specifici l’utilizzo di lassativi tradizionali e rimedi naturali potrebbe peggiorare il corredo sintomatico presente, aggravando lo stato di salute del soggetto.

I semi di Psillio possono essere acquistati in erboristeria, store online e farmacie, sotto forma di estratto oppure in polvere. La specie viene anche definita ‘l’erba delle pulci’, rifacendosi alle sue caratteristiche estetiche. I semi di Psillio possono essere assunti tramite infusi, lontano dai pasti principali.

Effetti collaterali e controindicazioni

I semi di Psillio presentano le stesse controindicazioni dei lassativi tradizionali da banco. La loro assunzione deve essere approvata dal medico di base in presenza di gravi patologie e disturbi. Si sconsiglia l’assunzione prolungata del trattamento. I semi di Psillio sono sconsigliati alle donne in stato di gravidanza e allattamento, ai soggetti sotto terapie per la regolazione dei livelli pressori. Tra i possibili effetti collaterali, dovuti soprattutto ai sovradosaggi, si trovano un aumento del gonfiore addominale, diarrea e flatulenza. 

Lascia un commento

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie come specificato nella cookie policy, in alternativa ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi