Morbo di Graves: quali sono i sintomi? Come si cura?

Il morbo di Graves è una patologia autoimmune del sistema endocrino che colpisce principalmente la tiroide. È caratterizzata da un’iperattività della tiroide che porta a un aumento della produzione degli ormoni tiroidei. I sintomi comuni della malattia di Graves includono perdita di peso involontaria, battito cardiaco accelerato, irritabilità, affaticamento e tremori. Altri segni e sintomi possono includere ingrossamento degli occhi (oftalmopatia di Graves), gozzo (ingrossamento della tiroide) e sudorazione eccessiva.

Tuttavia, nonostante i sintomi debilitanti, esistono diverse opzioni di trattamento disponibili per la malattia di Graves. Questi possono includere farmaci antitiroidei, terapia con iodio radioattivo e, in alcuni casi, intervento chirurgico per rimuovere parte della tiroide. Ognuna di queste opzioni di trattamento ha i suoi benefici e rischi, e dovrebbe essere individualizzata in base alle esigenze del singolo paziente.

È importante consultare un medico se si sospetta di avere la malattia di Graves o se si manifestano sintomi correlati. Un trattamento tempestivo e adeguato può aiutare a gestire i sintomi e a mantenere una buona qualità di vita.

Morbo di Graves: di cosa si tratta?

Il morbo di Graves è un disturbo autoimmune in cui il sistema immunitario attacca erroneamente la ghiandola tiroidea. Questa ghiandola a forma di farfalla si trova nella parte anteriore del collo e produce gli ormoni tiroidei che regolano il metabolismo del corpo. Quando il sistema immunitario attacca la ghiandola tiroidea, può causare un’iperattività della tiroide e un’eccessiva produzione di ormoni tiroidei.

Comprensione dei sintomi

La malattia di Graves può manifestarsi con una serie di sintomi sia fisici che psicologici. Questi sintomi possono variare da persona a persona e possono anche cambiare nel corso del tempo. È importante riconoscere i segni precoci della malattia di Graves per poter cercare un trattamento adeguato il prima possibile.

Sintomi fisici comuni

I sintomi fisici più comuni del morbo di Graves includono perdita di peso involontaria, battito cardiaco accelerato o irregolare, affaticamento, tremori e irritabilità. La perdita di peso può essere significativa e avvenire nonostante un’appetito normale o addirittura aumentato. Il battito cardiaco accelerato o irregolare, noto come tachicardia, può essere percepito come un palpito o una sensazione di cuore che batte forte nel petto.

L’affaticamento è un altro sintomo comune della malattia di Graves, e può essere causato dalla eccessiva produzione di ormoni tiroidei che accelerano il metabolismo del corpo. I tremori sono un’altra caratteristica comune della malattia e possono essere più evidenti nelle mani.

Sintomi psicologici

Oltre ai sintomi fisici, il morbo di Graves può anche manifestarsi con sintomi psicologici. Alcune persone possono sperimentare ansia, irritabilità, nervosismo e disturbi del sonno. Questi sintomi possono essere attribuiti all’iperattività della tiroide che influisce sul sistema nervoso.

La malattia può anche causare problemi di concentrazione e memoria, che possono interferire con le attività quotidiane e il lavoro. È importante riconoscere e trattare questi sintomi psicologici insieme ai sintomi fisici per migliorare la qualità della vita dei pazienti affetti da Graves.

Diagnosi della malattia

La diagnosi della malattia di Graves di solito viene fatta attraverso una combinazione di esami clinici, esami del sangue e test di imaging. Il medico può inizialmente esaminare la ghiandola tiroidea attraverso una palpazione del collo per verificare eventuali ingrossamenti o noduli. Successivamente, possono essere richiesti esami del sangue per misurare i livelli degli ormoni tiroidei, degli anticorpi tiroidei e di altri parametri che possono essere alterati nella malattia di Graves.

Un esame degli occhi può essere eseguito per valutare eventuali segni di oftalmopatia di Graves, che può includere occhi sporgenti, irritazione o secchezza oculare, gonfiore delle palpebre e visione offuscata. In alcuni casi, può essere necessario eseguire una scintigrafia o una ecografia della tiroide per valutare l’aspetto e la funzione della ghiandola.

La diagnosi della malattia di Graves può richiedere una valutazione multidisciplinare con il coinvolgimento di medici endocrinologi, oculisti e altri specialisti per garantire una diagnosi accurata e una pianificazione del trattamento adeguata.

Opzioni di trattamento

Il morbo  di Graves può essere trattata in diversi modi a seconda dei sintomi, dell’età del paziente e delle preferenze individuali. Le opzioni di trattamento possono includere l’uso di farmaci antitiroidei, la terapia con iodio radioattivo e, in alcuni casi, l’intervento chirurgico per rimuovere parte della tiroide.

Farmaci per la gestione della malattia di Graves

I farmaci antitiroidei sono spesso la prima linea di trattamento per la malattia di Graves. Questi farmaci agiscono inibendo l’attività della ghiandola tiroidea e riducendo la produzione eccessiva di ormoni tiroidei. Gli effetti dei farmaci antitiroidei possono richiedere alcune settimane o mesi per essere evidenti, e spesso vengono prescritti per un periodo di tempo prolungato, anche fino a due anni.

È importante seguire attentamente le indicazioni del medico durante l’assunzione di farmaci antitiroidei e fare regolari controlli per monitorare i livelli degli ormoni tiroidei e gli eventuali effetti collaterali. Alcuni pazienti possono sperimentare una remissione spontanea della malattia di Graves dopo l’assunzione dei farmaci antitiroidei, mentre altri possono richiedere un trattamento a lungo termine o altre opzioni terapeutiche.

Terapia con iodio radioattivo

La terapia con iodio radioattivo è un’altra opzione di trattamento per la malattia di Graves. Questa terapia prevede l’assunzione di iodio radioattivo sotto forma di una capsula o di un liquido. L’iodio radioattivo viene assorbito dalla ghiandola tiroidea iperattiva e distrugge selettivamente le cellule tiroidee in eccesso. Questo riduce la produzione di ormoni tiroidei e può portare a una riduzione dei sintomi.

La terapia con iodio radioattivo è considerata un trattamento definitivo per la malattia di Graves, ma può richiedere diverse settimane o mesi per essere pienamente efficace. Durante il periodo di trattamento, possono essere necessari farmaci antitiroidei o altri farmaci per alleviare i sintomi e controllare la funzione tiroidea.

Opzioni chirurgiche

In alcuni casi, l’intervento chirurgico può essere considerato come opzione di trattamento per la malattia di Graves. La chirurgia consiste nella rimozione parziale o totale della ghiandola tiroidea. Questa procedura, nota come tiroidectomia, può essere consigliata se i farmaci antitiroidei o la terapia con iodio radioattivo non sono appropriati o non hanno avuto successo nel controllo dei sintomi.

La tiroidectomia può essere eseguita attraverso un’incisione nel collo o attraverso un approccio meno invasivo con l’utilizzo di strumenti endoscopici. È importante discutere con il medico i rischi e i benefici dell’intervento chirurgico, nonché le possibili conseguenze a lungo termine come la necessità di assumere ormoni tiroidei sintetici dopo la rimozione della ghiandola.