Migliore cuscino anti russamento: che cosa sono? Caratteristiche e guida all’acquisto

Il cuscino per non russare è una tipologia di prodotto studiata appositamente per aiutare a riposare senza disturbare chi sta accanto e garantire una migliore posizione durante il sonno. Questi cuscini sono progettati con il nucleo incassato attraverso delle impunture circolari sulla federa in cotone, che uniscono il fulcro del cuscino con l’imbottitura.

Questa particolare struttura può aiutare a rilassare la testa, ad alzare la posizione e allineare le vie respiratorie. Ciò vuol dire che la lingua non ricadrebbe dietro la gola, che è una delle possibili cause del suono russante prodotto durante il riposo notturno. Scopriamo insieme quali sono i migliori cuscini anti russamento acquistabili sullo store di Amazon, a prezzi molto convenienti, secondo le numerose recensioni degli utenti.

Quali possono essere le possibili cause del russamento?

In realtà non sembra esistere un motivo univoco che possa portare una persona a russare durante il riposo. Il russare è un fenomeno che può essere correlato a uno o più fattori, occasionali oppure abituali. Un raffreddore può ad esempio, essere una delle possibili cause che occlude le vie respiratorie e porta a produrre fastidiosi rumori. Anche una gravidanza può essere uno dei fattori che induce a russare. In particolare:

  • il naso congestionato: respirare con la bocca quando si è raffreddati oppure in presenza di allergie e sinusite può fare russare poiché l’aria passa attraverso la gola provocando delle vibrazioni;
  • l’apnea notturna: una condizione grave che viene diagnosticata da uno specialista. Il russare ferma il respiro durante il sonno e di conseguenza si può ansimare, produrre uno sbuffo, una scossa o un suono;
  • la fisionomia del viso: la forma del naso e del setto può determinare il russamento. Il setto è sottile ma può essere deformato dalla nascita o un lato essere più piccolo dell’altro, prendendo il nome di “setto deviato”. Con la deviazione è più difficile fare passare l’aria nelle narici;
  • l’assunzione di farmaci: sonniferi, sedativi prescritti dal medico possono aiutare a rilassare i muscoli. Alcuni antidepressivi possono avere un possibile effetto rilassante sui muscoli della gola e la lingua, che portano a russare;
  • il sovrappeso: con un collo con una circonferenza compresa tra 40 e 43 si può essere più propensi a russare;
  • la gravidanza: durante la gravidanza si aumenta di peso con il bambino e si potrebbe russare quando i passaggi nasali si gonfiano rendendo difficile la respirazione. La pancia in crescita spinge su l’addome, il diaframma sotto le costole e i polmoni facendo alcune volte mancare il fiato.

Guida all’acquisto: caratteristiche

Su internet si possono trovare tantissimi modelli di cuscini anti russamento, che spesso confondono le idee di chi non sa quale scegliere. Per questo motivo è bene conoscere le principali caratteristiche di questi cuscini così da poterne scegliere uno in base alle proprie esigenze. Al momento dell’acquisto è quindi, fondamentale prestare attenzione:

  • ai materiali: i cuscini anti russamento possono essere realizzati in vari materiali, come schiume di poliestere o lattice. Il tipo di materiale con cui sono realizzati ne può determinare la qualità e la sua durata. I modelli in schiuma di memoria, ad esempio sembrano essere quelli maggiormente consigliati dagli esperti per via della capacità di mantenere la propria forma anche dopo un utilizzo quotidiano;
  • alla tipologia di supporto: una funzione molto importante del cuscino è quella di potere aiutare a sostenere la testa, il collo, le spalle e la schiena durante il riposo notturno offrendo al contempo un morbido supporto. Un cuscino anti russamento che non sostiene efficacemente durante il sonno può peggiorare il problema;
  • alle dimensioni: che devono corrispondere con l’utilizzo previsto così come con le dimensioni del letto. Un cuscino piccolo può essere adatto per coloro che sono sempre in viaggio, mentre uno di dimensioni più grandi può essere più adatto per un uso domestico.

Tipologie di cuscini anti russamento

Abbiamo visto quali caratteristiche verificare al momento dell’acquisto, ma è importante anche oltre che soffermarsi sulla struttura di questi cuscini, verificare i diversi materiali che vengono utilizzati per la loro realizzazione. In commercio, solitamente i cuscini anti russamento sono suddivisi in cuscini a cuneo, anatomici, sagomati per chi utilizza la macchina CPAP per le apnee notturne, cervicali di sostegno, in gommapiuma e in lattice. Alcuni modelli possiedono anche, in aggiunta la caratteristica di essere anallergici e antibatterici. Le principali tipologie in commercio sono:

  • in memory foam: considerato il cuscino anti russamento per eccellenza per via del suo sostegno per testa e collo. Si tratta di dispositivi ortopedici che vengono consigliati dagli specialisti e che si possono adattare facilmente al corpo;
  • contour: questi modelli sembrano essere progettati per aiutare collo, testa e spalle ad essere ben allineati. Possiedono una sezione concava al centro, mentre i bordi sono più spessi e sodi. Questa forma è importante per tenere la testa ferma e può aiutare a mantenere le vie respiratore aperte evitando di russare;
  • con zeppa: sono i tipici cuscini con forma a cuneo, molto conosciuti da coloro che sono soliti russare per via della capacità di sollevare e sostenere testa, collo e schiena. In questo modo possono aiutare a impedire che la lingua scivoli nella parte posteriore della gola e finisca con l’ostruire le vie respiratorie;
  • cervicali: sono progettati per cullare il collo e la testa, permettendo alla colonna vertebrale di rilassarsi;
  • CPAP: sono cuscini utilizzati insieme alla macchina CPAP, nei trattamenti consigliati dagli specialisti a coloro che soffrono di apnee notturne.

Migliori cuscini anti russamento

Snore-Less cuscino anti russamento

Si tratta di un cuscino progettato per aiutare a riposare sul fianco destro o sinistro, senza assumere la posizione supina. Il cilindro addominale può aiutare a favorire il mantenimento della postura, evitando che il cuscino possa spostarsi. La postura laterale viene consigliata a coloro che soffrono di apnee notturne leggere e in presenza di russamento legato alla posizione che si assume quando si dorme.

L’utilizzo di questo cuscino spesso accompagna la terapia CPAP. L’imbottitura in schiuma di poliuretano può essere utile per aiutare a stabilizzare il corpo in modo confortevole. Il rivestimento in tessuto invece, può garantire un’elevata traspirabilità ed è indicato per coloro che soffrono di sintomi legati ad allergie. Il dispositivo può essere acquistato sullo store di Amazon a un prezzo molto conveniente. Qui puoi consultare le tante recensioni positive degli utenti che ne consigliano l’acquisto.

SOS Snore-Less Cuscino posturale antirussamento in PU a lento ritorno, consente di dormire su un...
  • Cuscino Posturale in Memory Foam. Un sistema comodo e confortevole per evitare la posizione supina durante la notte
  • Grazie alla sua forma e alla composizione evita i microrisvegli notturni
  • Favorisce il mantenimento della postura durante la notte impedendo al cuscino di arretrare

Cuscino Antirussamento Silencium Plus

Si tratta di un cuscino innovativo che si caratterizza per la presenza di un sensore dotato di microfono che sembra essere in grado di rilevare il rumore tipico del russare. Quando questo viene rilevato, il cuscino si gonfia leggermente a destra e sinistra, in modo da potere aiutare la testa a cambiare di posizione. Nel frattempo, la testa si muoverà di conseguenza fino a quando l’aria troverà il passaggio migliore attraverso le narici fino a giungere nei polmoni.

Il movimento leggero da un lato e dall’altro consentirà al corpo di riadattarsi delicatamente verso la posizione più adatta al riposo. La persona non verrà svegliata né disturbata durante il sonno, come viene affermato dall’azienda produttrice. Per riuscire ad abituarsi al nuovo cuscino, l’azienda consiglia un periodo di prova dalle 2 alle 3 settimane, il tempo necessario per regolare il sonno. All’inizio potrebbe essere scomodo ma una volta presa dimestichezza con il prodotto non sembra arrecare alcun disturbo.

Se si desidera è possibile anche valutare l’andamento del sonno durante la notte, in quanto il cuscino può essere collegato a un dispositivo di rilevamento che registra la durata delle fasi del sonno. Un aspetto che può essere utile per il medico, per aiutare ad avere un quadro completo di ciò che influisce negativamente sulla qualità del riposo. Il cuscino è disponibile per l’acquisto sullo store di Amazon a un prezzo un po’ più alto della media, ma comunque conveniente. Qui puoi consultare le tante recensioni positive degli utenti che ne consigliano l’acquisto.